Battesimo di Lorenza, Tony e Marco


Torna al calendario Scorri

“Andate dunque, ammaestrate tutti i popoli, battezzandoli nel nome del Padre, del Figliuolo e dello Spirito Santo” (Matteo 28:19)

La celebrazione di un servizio battesimale è un motivo di gioia per tutti.
Abbiamo fatto ancora festa con gli angeli e il nostro amato Gesù Cristo celebrando dei battesimi:altri nuovi credenti hanno espresso di fronte a Dio e agli uomini la loro volontà di voler servire il Signore Gesù Cristo per tutta la loro vita.

“Chi avrà creduto e sarà stato battezzato sarà salvato” (Marco 16:16).

Il battesimo è un chiaro simbolo della nostra identificazione con Cristo. Con Lui siamo morti, sepolti e risuscitati. Di conseguenza: camminiamo in novità di vita.

“Noi siamo stati con Lui seppelliti mediante il battesimo, nella Sua morte, affinché, come Cristo è risuscitato dai morti mediante la gloria del Padre, così anche noi camminassimo in novità di vita. Perché se siamo divenuti una stessa cosa con Lui per una morte somigliante alla Sua, noi crediamo che altresì vivremo con Lui, sapendo che essendo risuscitato dai morti, non muore più; la morte non lo signoreggia più. Poiché il Suo morire fu un morire al peccato, una volta per sempre; ma il Suo vivere è un vivere a Dio: così anche voi fate conto d’ esser morti al peccato, ma viventi a Dio, in Cristo Gesù” (Romani 6:4-11).

Da questi versetti apprendiamo che il battesimo, praticato correttamente, è figura di tre cose molto importanti: la nostra morte, la nostra sepoltura e la nostra risurrezionecon Gesù Cristo.