Cambiamento radicale


Torna alle news Scorri

Nei confronti di Dio siamo tutti, per natura, nella stessa condizione. Ricchi o poveri, giovani o anziani, davanti a Dio siamo tutti perduti. Ecco perché nella vita di un uomo vi è un unico cambiamento veramente decisivo, quando riceve la salvezza nel Signore Gesù.
Colui che, con cuore pentito e con fede, si rivolge a Dio e Gli confessa tutti i suoi peccati, riconoscendo che la sua vita è stata un fallimento completo, ottiene la salvezza e diventa un figlio del Padre celeste e farà parte, da quel momento, di coloro che prima erano lontani da Dio e che ora sono stati avvicinati grazie al sangue del Signore Gesù versato alla croce.
«Ma ora, in Cristo Gesù, voi che già eravate lontani, siete stati avvicinati mediante il sangue di Cristo » (Efesini 2:13).
Ma non è tutto. Chi crede al Signore Gesù e lo riceve come suo Salvatore subisce, nel suo essere, uno straordicambiamento che la Bibbia chiama «nuova nascita».
Egli riceve una nuova natura, divina, che lo fa un essere nuovo, destinato al cielo, con una nuova visione delle cose, con delle nuove scale di valori, con degli scopi nuovi nella sua vita. L’apostolo Paolo scrive: «Se dunque uno è in Cristo egli è una nuova creatura; le cose vecchie sono passate: ecco, sono diventate nuove. E tutto questo viene da Dio che ci ha riconciliati con sé per mezzo di Cristo» (2 Corinzi 5:17-18).
Dio non restaura mai le cose rovinate, non mette dei rattoppi là dove l’uomo ha guastato con la sua disubbidienza. Non ripara la nostra natura di essere peccatori e ribelli per renderla più accettabile e capace di stare alla sua santa presenza. Davanti a Dio ogni uomo è morto nelle sue colpe e nei suoi peccati (Efesini 2:1), è finito, non ha alcun diritto né alcuna possibilità di rimediare al suo stato. È destinato all’inferno.
Allora è Dio che è intervemandando il suo Figlio Gesù Cristo a morire per i peccatori. Chiunque, pentito dei suoi peccati, riconosce la propria morte morale e accetta la salvezza in Cristo, riceve la vita, la vita eterna.
Che cambiamento! Lo diceva già il Signore: «Chi ascolta la mia parola e crede a Colui che mi ha mandato, ha vita eterna; e non viene in giudizio, ma è passato dalla morte alla vita» (Giovanni 5:24).
Dio vuole fare anche in te quest’opera di totale rinnovamento. Non impedirglielo. È per la tua eterna salvezza!